PROVE LIBERE AUTO
 
PROVE LIBERE MOTO
 
EVENTO GENERICO
 
NEWS
 
EMOZIONI IN PISTA
Vivi un'esperienza indimenticabile
Sei in: Home > AUTODROMO > Regolamento pista

Regolamento pista


Art. 1

Il presente regolamento disciplina l’ingresso all’autodromo e l’uso dei relativi impianti da parte di terzi. Ogni disposizione (tariffe, orari, ecc.) emessa dalla Direzione ed esposta nell’apposita bacheca presso gli uffici della Direzione dell’autodromo costituisce parte integrante del presente regolamento ed i trasgressori saranno passibili di penalità, fatto salvo il loro eventuale deferimento all’Autorità Giudiziaria competente da parte di AUTODROMO DI MODENA (d’ora in poi definita anche Direzione).


Art. 2

L’ingresso del pubblico e degli utenti della pista sono soggetti all’osservanza delle prescrizioni, delle modalità e degli orari insindacabilmente stabiliti dalla Direzione, ovvero nel caso di eventi/manifestazioni, dai programmi e dai regolamenti particolari delle stesse, ed, inoltre, al pagamento delle relative tariffe.


Art. 3

Chiunque sia ammesso all’area dell’autodromo dovrà attenersi scrupolosamente, oltre quanto prescritto nel seguente regolamento, alle disposizioni impartite dal personale incaricato, alla normativa in materia di circolazione stradale (D.Lgs 285/92 o ‘Codice della Strada’) ed ai divieti vigenti nell’area stessa. Veicoli e motoveicoli dovranno essere conformi a quanto previsto nel presente documento ed alle disposizioni impartite da parte dal personale dell’autodromo.

In particolare:

  • Non sono ammessi all’interno dell’area dell’autodromo ragazzi di età inferiore ad anni 18 (diciotto) se non accompagnati;
  • È interdetto l’accesso ai veicoli e/o motoveicoli sprovvisti dei necessari contrassegni rilasciati dalla Direzione o da organizzatori di eventuali eventi/manifestazioni;
  • È in ogni caso precluso l’ingresso a particolari aree interne (box, pit lane, zona stampa, ecc.) dell’autodromo, per le quali sia previsto il rilascio di specifici pass d’accesso, a chiunque ne sia sprovvisto;
  • È vietato introdurre animali di qualsiasi tipo o taglia all’interno della pista e della pit lane. Nel paddock ed in altre aree libere qui non specificate, gli stessi devono essere tenuti al guinzaglio.

Art. 4

La pista e gli impianti dell’autodromo possono essere concessi in uso per lo svolgimento di attività/eventi/manifestazioni di varia natura (sportive, tecniche, di spettacolo ecc.) oppure per prove sportive, tecniche o di altro genere. La concessione della struttura può essere negata ad insindacabile giudizio della Direzione senza che vi sia obbligo alcuno di fornire giustificazioni in merito.


Art. 5

La pista può essere utilizzata sia in esclusiva (mediante contratto di noleggio) che senza esclusiva.


Art. 6

L’ingresso di qualsiasi veicolo o motoveicolo in pista è subordinato alla firma, da parte del conducente, della dichiarazione di esonero della responsabilità ed assunzione del rischio, ed al rilascio di una fotocopia del documento di identità . In determinati casi è richiesta l’esibizione di un documento di guida in corso di validità.

L’ingresso ai box è consentito esclusivamente ai conducenti, ai meccanici ed a chiunque sia espressamente autorizzato dalla Direzione. L’ingresso e/o la sosta, anche con strutture mobili, nella zona paddock sono subordinati alle prescrizioni della Direzione e da questa debbono essere espressamente autorizzati.

  • I conducenti di veicoli e motoveicoli dovranno avere compiuto i 18 anni di età alla data delle prove.
  • I minorenni dovranno essere sempre accompagnati da chi esercita la potestà genitoriale.
  • I conducenti di autoveicoli o motoveicoli dovranno essere in possesso di patente di guida o licenza FMI, FIM, FIA, CSAI o FIK in corso di validità.
  • I conducenti di motoveicoli hanno l’obbligo tassativo di entrare in pista muniti di casco protettivo omologato, tuta in pelle, guanti, stivaletti idonei e paraschiena.
  • I conducenti di autoveicoli hanno l’obbligo di entrare in pista muniti di casco protettivo omologato e di cinture di sicurezza allacciate (che possono essere forniti dall’Autodromo se previsto da precedenti accordi)
  • Per autoveicoli e motoveicoli da competizione si applicano le prescrizioni dei rispettivi regolamenti sportivi nazionali in vigore circa l’abbigliamento e le cinture di sicurezza, nonché l’installazione dei sistemi di recupero dei liquidi e di slide/sottopedane per i motocicli.
  • Nelle giornate di prove libere ed in quelle di affitto in esclusiva dell’autodromo il numero massimo di mezzi in pista è di 20 unità per categoria, la Direzione si riserva il diritto di modificare questo limite quantitativo previa valutazione delle caratteristiche tecniche degli stessi.
  • Su ogni veicolo da competizione è ammesso solo un conducente salvo diversa disposizione della Direzione previo parere del responsabile di pista; sui motoveicoli è ammesso il solo conducente. In caso di veicoli o motoveicoli omologati è ammesso solo il conducente, salvo diversa disposizione della Direzione previo parere del responsabile di pista; in tutti gli altri casi questa decisione è a discrezione della Direzione.
  • Ciascun conducente è tenuto ad osservare in pista un comportamento corretto, leale e responsabile nei confronti degli altri conducenti e del personale preposto, deve inoltre rispettare le segnalazioni dei commissari di pista pena l’esclusione immediata dalle attività della giornata che può essere insindacabilmente sancita dalla Direzione; in tale ipotesi non sono previsti rimborsi o restituzioni per i turni non effettuati.
  • Ciascun conducente è tenuto a verificare che il veicolo o motoveicolo che intenda usare sia perfettamente idoneo alla prova da effettuare, assumendosi al riguardo ogni e qualsiasi responsabilità per gli eventuali incidenti e conseguenti danni che derivassero alla propria persona o alle proprie cose, ovvero a terzi ed alle cose di terzi (ivi compresi piloti, persone eventualmente trasportate, accompagnatori, meccanici ecc.), nonché alle strutture dell’autodromo, manlevando AUTODROMO DI MODENA, la sua Direzione, i suoi preposti, i suoi dipendenti tutti, qualunque altro componente interessato e, più in generale, i soggetti indicati negli articoli 1228 e 2049  del Codice Civile, da ogni gravame.
  • È tassativamente vietato invertire la marcia o girare in senso contrario a quello previsto (senso orario), inoltre è vietato sostare o fermarsi sulla pista ed in caso di arresto forzoso il veicolo o motoveicolo dovrà essere spinto sulle fasce laterali ovvero a lato della pista e comunque fuori dalle traiettorie di altri eventuali utenti. Il conducente è tenuto ad agevolare lo spostamento del mezzo coadiuvando i commissari di percorso o, quando impossibilitato, segnalando subito l’ostacolo.
  • Qualora un conducente noti un ostacolo di qualsiasi natura o verifichi che le condizioni della pista non siano idonee alla prova che si sta effettuando è immediatamente tenuto ad informare l’addetto alla sicurezza e soccorso più vicino, qualora il conducente ometta di avvertire i soggetti preposti tacitamente approva il perfetto stato della struttura.
  • È vietato effettuare rifornimenti o riparazioni all’interno della pista ed è, di pari, tassativamente vietato attraversare la pista a piedi, con il veicolo od il motoveicolo se non nei momenti consentiti ed appositamente regolamentati.
  • Sono tassativamente vietate gare e/o scommesse di qualsiasi genere tra utenti della pista
  • I conducenti sono tenuti a rientrare a i box a velocità ridotta, in ogni caso non superiore ai 30 Km/h, segnalando l’ingresso ai conducenti che li seguono.
  • Il responsabile di pista può, venendo meno le condizioni di regolarità e sicurezza, sospendere a suo insindacabile giudizio le prove in corso, inoltre, sempre a suo insindacabile giudizio, può negare l’ingresso in pista ovvero ordinare l’immediato rientro ai box a qualunque conducente che possa creare turbativa e/o pericolo per sé e per gli altri utenti.
  • È tassativamente vietato scendere dal veicolo o motoveicolo e camminare lungo la pista.
  • È tassativamente vietato entrare in pista con biciclette, motorini, ecc., durante la pausa pranzo ed in ogni altro momento della giornata senza autorizzazione.
  • È tassativamente vietato piantare e far piantare nella superficie asfaltata e/o cementata del paddock, dei box, della pit lane nonché della pista: chiodi, picchetti, paletti o quant’altro possa provocare il benché minimo danneggiamento alle superfici in questione.
  • È tassativamente vietato abbandonare e/o far abbandonare nell’area dell’autodromo rifiuti pericolosi (batterie, gomme, materiale elettrico, parti meccaniche, ecc.) e liquidi infiammabili e/o inquinanti in ogni area dell’autodromo. In caso di accertata trasgressione, il ripristino delle condizioni precedenti e lo smaltimento di tali rifiuti saranno a carico del trasgressore.
  • È tassativamente vietato provare veicoli, motoveicoli ed altro tipo di mezzi e/o effettuare alcun genere di acrobazia nell’area paddock, nei box e nella corsia dei box, restando inteso che nelle succitate aree è obbligatorio procedere a passo d’uomo e che nel paddock sono in vigore le norme di comportamento di cui agli artt. 140 e 193 del Decreto Legislativo 30/04/92 n. 285 (Codice della Strada), salvo diverse disposizioni da parte della Direzione.
  • In pista è tassativamente vietato effettuare qualsiasi genere di acrobazia con il proprio mezzo che possa creare pericolo per sé stessi e per gli altri utenti. I trasgressori saranno immediatamente invitati al rientro ai box e successivamente potrà essere preclusa loro la partecipazione alle successive sessioni di prova e più in generale, l’utilizzo stesso della pista in futuro.
  • È tassativamente vietato acquistare da terzi i tagliandi per effettuare la prova, essendo essi strettamente personali ed incedibili.
  • Il conducente è sempre tenuto a comunicare alla Direzione ogni cambio relativo ai dati personali, rinnovo patente o licenza, cambio di veicolo o motoveicolo, prima di effettuare prove libere.

Art. 7

Tutti i veicoli o motoveicoli utilizzati in pista non dovranno superare il livello di rumorosità pari a 98 dB (decibel)  ed all’occorrenza dovranno obbligatoriamente montare il Kit dB Killer od altri dispositivi atti a ridurre le emissioni sonore entro i limiti previsti dalla legge, salvo diversa disposizione da parte della Direzione.

I veicoli o motoveicoli che risultassero troppo rumorosi (nonostante l’utilizzo di dispositivi atti a ridurre le emissioni sonore) verranno fermati e sottoposti a verifica fonometrica con la seguente metodologia:

Motore a ¾  del regime di giri massimi. Fonometro a 50 cm dallo scarico con angolo laterale a 45°. I veicoli o motoveicoli che superino i limiti indicati saranno immediatamente fermati ed allontanati dall’autodromo senza la corresponsione di alcun rimborso.


Art 8

AUTODROMO DI MODENA garantisce, in occasione delle prove libere in giornate non di uso esclusivo dell’autodromo, la presenza del servizio di assistenza e soccorso con una ambulanza, personale di soccorso (almeno 2 addetti), antincendio (almeno un addetto con relativo mezzo di soccorso rapido) e di segnalazione (numero di addetti ala segnalazione in funzione delle attività presenti in pista) mediante l’utilizzo di bandiere o segnalazioni luminose nei colori e nelle modalità stabiliti dai regolamenti CSAI e FIA.


Art. 9

La Direzione, a proprio insindacabile giudizio, può fermare o sospendere le prove in corso. In tal caso, l’utente non avrà diritto alla percezione di alcun rimborso, indennizzo o risarcimento. In caso di interruzione del turno di prove, il tempo non verrà recuperato e nessun rimborso sarà comunque dovuto.


Art. 10

Le autorizzazioni per accedere alla pista possono essere utilizzate esclusivamente da chi ne abbia fatto richiesta ed è severamente proibita la cessione a terzi, restando inteso che, in tale ipotesi, il cedente sarà pienamente ed esclusivamente responsabile per eventuali danni di qualsiasi natura provocati dal cessionario direttamente e/o indirettamente a persone e/o cose, sia all’interno della pista che nelle strutture accessorie. Inoltre il cedente sarà responsabile anche per eventuali danni fisici subiti dal cessionario all’interno dell’impianto, manlevando AUTODROMO DI MODENA da ogni e qualsivoglia pretesa, azione, diritto e/o ragione di terzi e/o del cessionario comunque connessi all’illegittimo utilizzo dell’impianto da parte di quest’ultimo.

Resta inteso che tale disposizione si applichi anche in caso di mancata comunicazione alla Direzione dell’eventuale smarrimento del pass da parte del legittimo proprietario.


Art. 11

La violazione, anche parziale, di quanto sopra disposto può eventualmente comportare, a carico dei trasgressori, l’immediato allontanamento dall’impianto disposto da AUTODROMO DI MODENA e fatta salva la possibilità, lasciata alla Direzione stessa, di esercitare ogni ulteriore azione legale nei confronti di questi.


Art. 12

La Direzione si riserva facoltà esclusiva di aggiornare e/o modificare il presente regolamento senza alcun preavviso. L’esposizione di copia dello stesso presso la Direzione dell’autodromo attribuisce efficacia immediata alle disposizioni in esso riportate.



SCARICA IL PDF







Partner
© 2013 Autodromo di Modena | AERAUTODROMO MODENA S.p.A. - P.Iva 01890090366 - REA MO-250566 - Cap. Soc. € 3.400.950,00 i.v. | Privacy | Cookie Policy | Credits